Franchising Advisor » Aprire in franchising » Come aprire un CAF patronato in Franchising

Come aprire un CAF patronato in Franchising

aprire un caf patronato in franchising

I CAF sono i centri di assistenza fiscale a cui rivolgersi per risolvere le varie questioni fiscali (pensionamento, dichiarazione dei redditi, modello 730 etc). Per legge non tutti posso aprire un CAF perché è consentito solo a determinate categorie, anche se negli ultimi anni si è diffusa la possibilità di aprire un ufficio CAF associato.

Ma come aprire un CAF patronato in franchising?

Continua a leggere l’articolo per approfondire l’argomento Franchising riguardo :

  • cosa serve per avviare la procedura di apertura del CAF;
  • quali sono i requisiti da possedere per aprire il Centro di assistenza sociale;
  • costo dell’avvio dell’attività;
  • i vantaggi che ne possono derivare dalla collaborazione in franchising.

Potrebbe essere utile anche la lettura di: Il contratto di Franchising, durata, rinnovo, recesso

Cosa serve per aprire un CAF in Franchising

Per aprire un CAF patronati un Franchising bisogna possedere determinate conoscenze e requisiti ed è per questo che, possono avviare questa attività solo:

  •  le associazioni sindacali in cui rientrano gli imprenditori presenti nel consiglio nazionale dell’economia e del lavoro;
  • le organizzazioni che aderiscono alle associazioni sindacali;
  • le organizzazioni sindacali dei lavoratori dipendenti e pensionati con almeno 50mila aderenti;
  • i sostituti di imposta con almeno 50mila dipendenti;
  • le associazioni di lavoratori che promuovono istituti di patronato riconosciuti e che hanno almeno 50mila aderenti
  • i commercialisti, i consulenti del lavoro e i professionisti, però, possono associarsi ad un CAF e divenirne o incaricato o soggetto autorizzato. A parte avere le giuste competenze in campo fiscali serve un ufficio che sia attrezzato con postazioni pc, dotato di cancelleria da ufficio e abbia la rete Internet.

Alcuni valutano anche l’opzione di aprire uno studio di assistenza fiscale online così da lavorare in smart working ed abbattere i costi per la location. In tal caso però si dovranno investire delle risorse economiche per far realizzare un buon sito internet, per avere software che consentano di effettuare i servizi CAF e fiscali anche da remoto ed un canale telefonico per fornire assistenza alla clientela.

Requisiti e Iter per aprire un centro CAF in Franchising

Anche per aprire un centro CAF in franchising c’è un iter da dover seguire ed è estremamente importante possedere determinati requisiti specifici per essere idonei, ovvero:

  • richiederne l’autorizzazione all’Agenzia delle Entrate, a meno che non si scelga di associarsi ad un CAF già esistente e sfruttare quindi la licenza del CAF affiliato;
  • aprire partita iva ed ottenere qualifica di sostituto di imposta;
  • avviare le pratiche per la richiesta di associazione ad un caf;
  • comunicare l’avvio dell’attività al Comune almeno 30 giorni prima;
  • stipulare le assicurazioni contro la responsabilità civili;
  • regolarizzare le posizioni Inps e Inail dei dipendenti;
  • mettere a norma e in sicurezza l’ufficio, le postazioni di lavoro e gli impianti.

caf patronato in franchising

Quanto costa aprire un patronato in Franchising?

I costi per aprire un patronato CAF in franchising possono essere diversi e variano in base alle proprie scelte.

Se l’ufficio CAF viene associato ad uno già esistente non si deve pagare nulla, eccetto le spese per eventuale ristrutturazione, acquisto degli strumenti tecnologici, l’assunzione di altro personale.

Se, invece, si deve aprire un CAF partendo da zero i costi possono essere alti, dato che si superano anche i 50mila per affrontare tutte le spese (dall’affitto alle utenze, dai costi per le attrezzature ai software, alla messa a norma, agli adempimenti burocratici, alle strategie di marketing e ad eventuali corsi di formazione o aggiornamento).

Se si tratta di franchising non c’è una fee di ingresso da dover pagare né alcuna royalty. Aprire un CAF in franchising quindi costa molto meno e in media è richiesto un investimento iniziale tra € 2.000 e € 4.000.

Vantaggi e agevolazioni nell’aprire un CAF in Franchising

I vantaggi e le agevolazioni che si ottengono nell’aprire un CAF in franchising sono diversi tra questi:

  • si ha una concessione di gestionali e software all’avanguardia e quindi i migliori programmi per gestire l’attività fiscale;
  • si ottengono agevolazioni per allestire l’ufficio, per acquistare le attrezzature;
  • si ha assistenza e consulenza completa, oltre che corsi di aggiornamento e formazione professionale gratuita o offerti a tariffe agevolate;
  • si ha un affiancamento costante e un supporto nelle principali attività (marketing, promozione, adempimenti burocratici, selezione e formazione del personale);
  • si possono sfruttare tutte le licenze già ottenute dal CAF affiliante;
  • si riduce il rischio d’impresa;
  • si abbattono i costi di avvio e gestione, potendo usufruire della partnership con la casa madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.